AA.VV.
L'illusione della realtà. Studi su Luigi Capuana. Atti del Convegno di Montréal 16-18 marzo 1989
 
I tuoi acquisti
Non ci sono libri in acquisto  
 
Registrati per ricevere la Newsletter
Offerte

Dante Alighieri
De Vulgari Eloquentia

AA.VV.
LECTURA DANTIS ROMANA, Cento canti per cento anni, I. Inferno, to. 2. Canti XVIII-XXXIV

Enrico Malato
Dante


Tutti i libri in offerta >>



Curatore: a cura di Michelangelo Picone ed Enrica Rossetti


Pubblicazioni del 'Centro Pio Rajna' - 1, pp. 340

Soggetto
Letteratura italiana II. Otto e Novecento. Saggi
ISBN. 978-88-8402-051-2

€ 28,00
 

L'opera. Promosso dal Dipartimento di Italiano della McGill University di Montréal, in collaborazione con il «Centro Pio Rajna. Centro di studi per la ricerca letteraria, linguistica e filologica» di Roma, si è svolto dal 16 al 18 marzo 1989 un Convegno internazionale dedicato a Luigi Capuana, in occasione del 150 anniversario della nascita (avvenuta a Mineo, in provincia di Catania, il 29 maggio 1839). Le relazioni qui raccolte sottopongono a un profondo ripensamento l’intera esperienza artistica di Capuana e ne indagano tutti gli aspetti, analizzando prima alcune questioni generali relative alla cultura dello scrittore siciliano – la ricerca di una nuova lingua per il romanzo (A. Stussi) e di un nuovo rapporto con il modello manzoniano (S.S. Nigro), la progressiva elaborazione di un fondamentale mito della Sicilia (M. Picone) –, passando poi per argomenti più specifici: le raccolte novellistiche (G. Oddo De Stefanis, R. Bigazzi), le prove romanzesche (E. Rossetti, S.M. Giardino), gli esperimenti in campo teatrale (L. Caretti), la produzione fiabesca (R. Fedi, E. Malato) e critica (P. Orvieto, A. Palermo). Compatto, ma insieme agile e niente affatto ponderoso, il volume svela alla fine «l’altra faccia dello scrittore siciliano, quella più nascosta, ma anche più autentica: la faccia cioè dell’introversione, della contrazione interiore; la faccia che lascia presagire la rivoluzione della narrativa novecentesca da Pirandello a Tozzi». Mentre offre spunti di sicuro rilievo per l’ulteriore approfondimento di una delle figure maggiori del nostro “verismo”, finora ingiustamente collocata sempre nel cono d’ombra proiettato dal coevo e conterraneo Giovanni Verga.

 

   

Università Contatti Uffici operativi