AA.VV.
In utrumque paratus. Aretino e Arezzo, Aretino a Arezzo: in margine al ritratto di Sebastiano del Piombo
 
I tuoi acquisti
Non ci sono libri in acquisto  
 
Registrati per ricevere la Newsletter
Offerte

AA.VV.
Chiose Palatine (Ms. Pal. 313 della Biblioteca Nazionale di Firenze)

Massimo Mastrogregori
Moro

Brenda Deen Schildgen
Dante e l'Oriente


Tutti i libri in offerta >>



Curatore: Paolo Procaccioli


Studi e Ricerche per l’Edizione Nazionale delle Opere di Pietro Aretino - , pp. 288 + pp. 28 di tavv. f.t.
maggio 2008
Soggetto
Letteratura italiana I. Dalle origini al Settecento. Saggi
ISBN. 978-88-8402-612-5

€ 36,00
 

L'opera. Se il 1992, quinto centenario della nascita di Pietro Aretino, coincise con l’avvio dell’Edizione Nazionale delle sue Opere e con la pubblicazione dei primi due tomi, il 450° della morte – che è caduto il 21 ottobre 2006 – è stato invece inteso come momento utile per condurre una riflessione su quanto nel frattempo fatto e su quanto, avviato, è ancora in itinere. Insieme, la ricorrenza è stata occasione opportuna per una disamina sistematica su due fronti di indagine, quello finora pochissimo frequentato relativo ai rapporti con la città natale (e i temi connessi sono stati la famiglia, i concittadini, le istituzioni locali, la presenza iconografica, ma anche le tracce documentate nella pagina epistolare della memoria linguistica cittadina) e quello, ormai in sé un piccolo classico della critica sull’autore, relativo alla sua ritrattistica e alle riflessioni ricorrenti nella sua opera in materia di arte e di artisti. Aretino stesso fece dono alla città del suo primo importante ritratto, quello dipinto a Roma, a metà degli anni Venti, da Sebastiano del Piombo. Un ritratto subito inviato a Arezzo e lì, esposto nel Palazzo Comunale, rimasto fino ad ora, superando inaspettatamente oltre che le stagioni della sfortuna politica del personaggio (che toccò il suo culmine proprio nei mesi successivi all’invio), i molti secoli della dannazione e della rimozione conseguenti ai ripetuti pronunciamenti degli Indices librorum prohibitorum.

 

   

Università Contatti Uffici operativi