Carlo Vecce
La biblioteca perduta. I libri di Leonardo
 
I tuoi acquisti
Non ci sono libri in acquisto  
 
Rassegna stampa relativa al volume

10/06/2017 - Repubblica-Napoli
Leggi l'articolo >>

 

06/06/2017 - Corriere della sera
Leggi l'articolo >>

 

28/05/2017 - Giornale di Brescia
Leggi l'articolo >>

 
Tutta la rassegna stampa dell'opera>>

Registrati per ricevere la Newsletter
Offerte

Manlio Pastore Stocchi
Il lume d’esta stella. Ricerche dantesche

Edward Moore
Studi su Dante

ROSSI VITTORIO
Commento alla ‘Divina Commedia’, con la continuazione di Salvatore Frascíno


Tutti i libri in offerta >>

L'autore. CARLO VECCE, filologo e studioso del Rinascimento, insegna presso l’Università di Napoli «L’Orientale». Tra le sue ultime pubblicazioni, Piccola storia della letteratura italiana (Napoli 2009), Le battaglie di Leonardo (Firenze 2012), Leonardo: favole e facezie (Novara 2013), e l’edizione dell’Arcadia di Iacopo Sannazaro (Roma 2013); per la Salerno Editrice ha pubblicato Leonardo (seconda ed. rivista e aggiornata 2006).



Aculei - 27, pp. 216
aprile 2017
Soggetto
Storia moderna. Saggi
Filologia classica, medievale e umanistica. Saggi
ISBN. 978-88-6973-199-0

€ 13,00
 

Ebook:

 
€ 9,99

 


€ 9,99

 


L'opera. Una biblioteca racconta molte storie: anche quella di se stessa e di chi l’ha costituita nel tempo di una vita o di molte vite. Una biblioteca può essere come un autoritratto, un’autobiografia. In quella in cui stiamo per entrare, però, gli scaffali sono vuoti. I suoi libri sono scomparsi, la biblioteca è andata dispersa, perduta. Non ne sapremmo nulla, se il loro lettore non avesse registrato nei suoi quaderni il diario giornaliero di un ininterrotto dialogo con quei testi. E quel lettore era Leonardo da Vinci. A torto considerato «omo sanza lettere», Leonardo dedicò una parte importante della propria attività intellettuale alla parola scritta. In un appassionante percorso a ritroso, la ricostruzione della sua biblioteca ne rivela il forte radicamento nella cultura del suo tempo e la proiezione verso nuovi orizzonti di modernità.

 

   

Università Contatti Uffici operativi