Daniele Ceschin
L’Italia del Piave. L’ultimo anno della Grande Guerra
 
I tuoi acquisti
Non ci sono libri in acquisto  
 
Rassegna stampa relativa al volume

12/11/2017 - Corriere del Veneto
Leggi l'articolo >>

 

03/11/2017 - Manifesto
Leggi l'articolo >>

 

29/10/2017 - Libertà
Leggi l'articolo >>

 
Tutta la rassegna stampa dell'opera>>

Registrati per ricevere la Newsletter
Offerte

AA.VV.
Censimento dei Commenti danteschi. 3. Le «Lecturae Dantis» e le edizioni delle Opere di Dante dal 1472 al 2000

AA.VV.
LECTURA DANTIS ROMANA, Cento canti per cento anni, I. Inferno, to. 1. Canti I-XVII

Gianfranco Ravasi
I Salmi nella Divina Commedia


Tutti i libri in offerta >>

L'autore. Daniele Ceschin, studioso della Grande Guerra, è autore e curatore di volumi che spaziano dalla storia della cultura tra Otto e Novecento al movimento cattolico, dalla storia dell’assistenza al sindacalismo, alla Resistenza. Tra le sue numerose pubblicazioni, Gli esuli di Caporetto. I profughi in Italia durante la Grande Guerra (Roma-Bari 2006).



Mosaici - 2, pp. 232
ottobre 2017
Soggetto
Storia contemporanea. Ricerca storica
ISBN. 978-88-6973-231-7

€ 15,00
 

L'opera. L’ultimo anno della Grande Guerra è l’anno della sconfitta e della vittoria. Tra l’Italia di Caporetto e quella di Vittorio Veneto prende forma l’Italia del Piave. Caporetto non segna solo una ferita militare, ma passa alla storia come l’immagine emblematica della disfatta. Dai fantasmi della sconfitta riemergono però le “Italie” che resistono, quella militare e quella del fronte interno. L’Italia del Piave resiste all’offensiva austro-ungarica del giugno 1918 e si avvia alla vittoria finale. Vittorio Veneto permette la costruzione del mito della Grande Guerra e al tempo stesso diventa la premessa di una vittoria subito percepita come mutilata.

 

   

Università Contatti Uffici operativi